BRESCIA
CAGLIARI
CATANIA
GENOVA
MILANO
NAPOLI
PADOVA
PERUGIA
ROMA
SASSARI
TORINO
VENEZIA

scarica i file:
→ PDF al maschile
→ PDF al femminile
→ PNG al maschile
→ PNG al femminile

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

lunedì
mar232015

Una grande opportunità per Roma

Il 2015 potrebbe rappresentare una occasione irripetibile per il trasporto pubblico di Roma e del Lazio. Seppure il contesto non sia dissimila dallo scorso anno, con la tenaglia del Patto di Stabilità e della crisi sui finanziamenti al trasporto locale, si sta aprendo una occasione unica per rimettere in moto la programmazione intelligente di una città migliore. Insomma, è il momento di prendere il coraggio in mano, uscire dalle miopi logiche della politica e guardare alla città che potrebbe essere nel 2020 e nel 2030.

Come? Continua a leggere >

lunedì
mar022015

Metropolitane tra le nuvole: viaggio tra le teleferiche urbane sudamericane

Caracas, la capitale venezuelana, ha offerto il primo esempio (suburbio  di Monte Avila) di come sistemi che usualmente vengono adoperati in contesti montani o comunque ricreativi possano trovare una valida applicazione in ambito urbano. Sono 35.000 i passeggeri giornalieri trasportati: l'interesse di questa realizzazione va ben oltre il caso locale per aver rappresentato un prototipo preso a esempio per sistemi ben più complessi. Leggi tutto >

lunedì
feb232015

Aerei e treni: una riflessione sulla reale domanda aeroportuale italiana e quella di connessioni dirette AV

Di recente si è molto discusso circa la necessità di realizzare anche in Italia dei collegamenti diretti verso i maggiori aeroporti con la rete ad Alta Velocità ferroviaria. Una ipotesi senza dubbio affascinante che, nei fatti, non è ancora stata sviluppata. Il nuovo orario ferroviario ha visto l’introduzione di alcune coppie di treni, ad esempio, da/verso l’aeroporto di Fiumicino (frecce bianche) ma quando si parla di connessioni diretto (sul modello dell’accesso AV di Parigi Charles De Gaulle o Madrid Barajas) si intende una infrastruttura che permetta di accedere all’aerostazione eliminando l’impedenza costituita dall’attraversamento del nodo ferroviario urbano. Si tratta quindi di bretelle, quando non veri e propri passanti, tra la dorsale AV e l’aerostazione.

Ma quale sarebbe il bacino di domanda di questi servizi, in Italia? Leggi tutto >

martedì
feb102015

IL LIBRO GIALLO DEL TRENINO

La ferrovia Roma-Fiuggi è stata una delle infrastrutture più importanti per lo sviluppo demografico ed economico sia della città di Roma che della attuale provincia di Frosinone.

Oggi, a seguito di una serie di decisioni tutt’altro che lungimiranti, per dirla eufemisticamente, è ridotta ad uno spezzone di 9 km: dal capolinea delle Laziali in via Giolitti al sobborgo di Giardinetti, appena oltre il confine segnato dal Grande Raccordo Anulare. Nonostante la costante volontà di ridurla ai minimi termini, quale retaggio di una Italia arcaica, resta comunque un unicum nel panorama trasportistico italiano in quanto la Roma-Fiuggi è l’unico esempio di ferrovia urbana gestita come una tranvia. La Stadtbahn che nell’area germanica si ritiene essere la forma più produttiva del trasporto su ferro nelle aree urbane e metropolitane.

Questa pubblicazione vuole rendere omaggio a questa unicità proprio nel momento in cui si starebbe per decidere l’atto finale della difficile vita di questa infrastruttura. Leggi tutto >

martedì
feb102015

Liberté, egalité, gratuité

Aubagne è una città francese di 46.633 ab. situata a 14 km ad est di Marsiglia da cui è separata dal Massiccio costiero de l’Étoile.  La Communauté d'agglomération du pays d'Aubagne et de l'Etoile  ha introdotto la gratuità del trasporto pubblico il 15 maggio 2009.  La scelta è stata guidata tanto da una concreta vision eco-sociale quanto dalla convinzione che meno soldi spesi per muoversi sono più soldi da spendere nell’economia locale. In Francia sono diverse le città, tutte di piccole e medie dimensioni, che seguono – o precedono – Aubagne:  Colomiers (vicino Tolosa) pioniera già negli anni Settanta del trasporto gratuito e poi Compiègne (Oise), Vitré (Ille-et-Vilaine), Châteauroux e Issoudun (Indre), Mayenne (Mayenne), Gap (Hautes-Alpes),  Bar-le-Duc (Meuse), Cluses (Haute-Savoie). Leggi tutto >

giovedì
feb052015

I SINDACI ALLA FIERA DELL'EST

Il Baltic Dry Index (BDI) è uno di quegli strani indici economici di cui pochi si interessano nella vita quotidiano. Si tratta di un indice che raccoglie le informazioni relative alle navi cargo che trasportano merci secche (quindi né petrolio ne sostanze chimiche) e sfuse. Parliamo quindi di materie prime e derrate agricole: per questo costituisce uno dei termometri più importanti per misurare lo stato dell’economia reale e soprattutto per individuare i segnali della congiuntura economica nel breve e medio periodo. Leggi tutto >

mercoledì
feb042015

CAGLIARI: IL TRAM CONTINUA A CRESCERE

Tra le città che hanno realizzato dei sistemi di TCSP partendo dai dispositivi finanziari della ex Legge 211/92 è indubbio che si sia entrati in una fase di stanca (quando non di abbandono). Bergamo, Messina, Padova, Perugia dopo l’avvio della prima linea, a livello progettuale sono ferme al 2000 e non hanno avviato nessun procedimento realizzativo per estensioni o nuove linee. Firenze e Venezia a parte, l’unica eccezione, per le città di medie dimensioni, è costituita dai due sistemi sardi: Sassari e in particolare Cagliari. Leggi tutto >

martedì
feb032015

La Haramain line sarà un elefante bianco?

Il progetto di Alta Velocità ferroviaria tra Mecca e Medina, le Città Sante in Arabia Saudita, sta vivendo un momento molto complesso. L’ambiziosa opera da 6,7 miliardi di euro, condotta da una associazione di ben 12 imprese spagnole  si sta rivelando molto più complicata del previsto. Agli ovvi problemi gestionali di un gruppo così eterogeneo di imprese (Talgo, Renfe, Adif, Ineco più 8 soggetti privati, tra i quali Copasa, OHL, Cobra e Indra) si sono aggiunte difficoltà ambientali non indifferenti. Leggi tutto >

lunedì
feb022015

Torino: la Variante200 e la linea 2

A Torino per la realizzazione della seconda linea della metropolitana si sta seguendo la strada dello sviluppo urbanistico integrato. La proposta di coniugare un progetto trasportistico con lo sviluppo urbanistico solitamente resta a livello di annuncio, lettera morta nei fatti. Per questo Torino in questo momento, a prescindere dagli esiti finali, è già nella storia come primo caso italiano di laboratorio di vera progettazione integrata a scala urbana. Leggi tutto >

venerdì
gen232015

Misurare il vero costo dei trasporti

Alla fine del 2014 il Fondo Monetario Internazionale ha pubblicato un poderoso volume dal titolo “Getting Energy Prices Right. From Principle to Practice”. Si tratta del prodotto di una ricerca durata circa anno, con la quale  il FMI si è proposto di definire le politiche fiscali più adeguate per le fonti di energia da fonti fossili. L’analisi si concentra soprattutto sul settore dei trasporti per la complessità delle interazioni con il sistema sociale e demografico di un Paese. L’obiettivo finale, come anticipato, quello di indicare il valore di tassazione per unità energetica in modo da incorporare (cioè internalizzare) nel prezzo d’acquisto sia il valore del prodotto che le cosiddette esternalità. Leggi tutto >

Page 1 2 3 4 5 ... 6 P